#SelfieadArte

Dal 6 dicembre 2018, è iniziata la settimana più glam dell’arte moderna e contemporanea al mondo: Art Basel Miami.
Giunta alla sua diciassettesima edizione nella versione di South Beach, la fiera – fondata nel 1970 da un gruppo di galleristi svizzeri – è poi, da una, divenuta trina: alla sede originaria di Basilea si sono infatti nel corso del tempo affiancate Hong Kong e, appunto, Miami Beach.
E probabilmente quella della città della Florida è la più importante. Anche quest’anno, la lista degli espositori è sterminata: 268 gallerie da 35 paesi da ogni continente, tra cui spiccano quelle provenienti dalle due americhe, che sono oltre la metà. Gli artisti in mostra sono più di quattromila.
Nel contesto del rinnovato Convention Center, la fiera è come sempre suddivisa in sezioni. Il settore principale vede la partecipazione di 198 tra le più importanti gallerie al mondo, con artisti di ogni tipo: giovani promesse o affermati, pittori o scultori, che fanno installazioni o video, o ancora arte digitale. Dieci le gallerie italiane presenti.
E fuori dal Centro Congressi c’è ancora molto da vedere durante tutta la settimana dell’arte, da Miami Design alle innumerevoli fiere collaterali.

Rirkrit Tiravanija - Untitled, less oil more courage, 2013

 

Pubblicato in Selfie ad Arte

Dal 6 dicembre 2018, è iniziata la settimana più glam dell’arte moderna e contemporanea al mondo: Art Basel Miami.
Giunta alla sua diciassettesima edizione nella versione di South Beach, la fiera – fondata nel 1970 da un gruppo di galleristi svizzeri – è poi, da una, divenuta trina: alla sede originaria di Basilea si sono infatti nel corso del tempo affiancate Hong Kong e, appunto, Miami Beach.
E probabilmente quella della città della Florida è la più importante. Anche quest’anno, la lista degli espositori è sterminata: 268 gallerie da 35 paesi da ogni continente, tra cui spiccano quelle provenienti dalle due americhe, che sono oltre la metà. Gli artisti in mostra sono più di quattromila.
Nel contesto del rinnovato Convention Center, la fiera è come sempre suddivisa in sezioni. Il settore principale vede la partecipazione di 198 tra le più importanti gallerie al mondo, con artisti di ogni tipo: giovani promesse o affermati, pittori o scultori, che fanno installazioni o video, o ancora arte digitale. Dieci le gallerie italiane presenti.
E fuori dal Centro Congressi c’è ancora molto da vedere durante tutta la settimana dell’arte, da Miami Design alle innumerevoli fiere collaterali.

Rayyan Tabet - Fossils, the suitcase, 2015 (Sfeir-SemlerGaller, Beirut & Hamburg)

 

Pubblicato in Selfie ad Arte

Dal 6 dicembre 2018, è iniziata la settimana più glam dell’arte moderna e contemporanea al mondo: Art Basel Miami.
Giunta alla sua diciassettesima edizione nella versione di South Beach, la fiera – fondata nel 1970 da un gruppo di galleristi svizzeri – è poi, da una, divenuta trina: alla sede originaria di Basilea si sono infatti nel corso del tempo affiancate Hong Kong e, appunto, Miami Beach.
E probabilmente quella della città della Florida è la più importante. Anche quest’anno, la lista degli espositori è sterminata: 268 gallerie da 35 paesi da ogni continente, tra cui spiccano quelle provenienti dalle due americhe, che sono oltre la metà. Gli artisti in mostra sono più di quattromila.
Nel contesto del rinnovato Convention Center, la fiera è come sempre suddivisa in sezioni. Il settore principale vede la partecipazione di 198 tra le più importanti gallerie al mondo, con artisti di ogni tipo: giovani promesse o affermati, pittori o scultori, che fanno installazioni o video, o ancora arte digitale. Dieci le gallerie italiane presenti.
E fuori dal Centro Congressi c’è ancora molto da vedere durante tutta la settimana dell’arte, da Miami Design alle innumerevoli fiere collaterali.

George Segal - Bus Passengers, 1997 ( Galerie Templon - Paris )

 

Pubblicato in Selfie ad Arte

Dal 6 dicembre 2018, è iniziata la settimana più glam dell’arte moderna e contemporanea al mondo: Art Basel Miami.
Giunta alla sua diciassettesima edizione nella versione di South Beach, la fiera – fondata nel 1970 da un gruppo di galleristi svizzeri – è poi, da una, divenuta trina: alla sede originaria di Basilea si sono infatti nel corso del tempo affiancate Hong Kong e, appunto, Miami Beach.
E probabilmente quella della città della Florida è la più importante. Anche quest’anno, la lista degli espositori è sterminata: 268 gallerie da 35 paesi da ogni continente, tra cui spiccano quelle provenienti dalle due americhe, che sono oltre la metà. Gli artisti in mostra sono più di quattromila.
Nel contesto del rinnovato Convention Center, la fiera è come sempre suddivisa in sezioni. Il settore principale vede la partecipazione di 198 tra le più importanti gallerie al mondo, con artisti di ogni tipo: giovani promesse o affermati, pittori o scultori, che fanno installazioni o video, o ancora arte digitale. Dieci le gallerie italiane presenti.
E fuori dal Centro Congressi c’è ancora molto da vedere durante tutta la settimana dell’arte, da Miami Design alle innumerevoli fiere collaterali.

Hunter Reynolds - Mourning Dress, 1997 (P.P.O.W)

 

Pubblicato in Selfie ad Arte

Context Art Miami ha celebrato la sua settima edizione con 96 gallerie internazionali in rappresentanza di 21 paesi e 63 città. (Miami, Florida 4 – 9 dicembre 2018).
La fiera offre un’atmosfera aperta, creando un dialogo significativo tra artisti, gallerie e collezionisti, fornendo al contempo la piattaforma per la presentazione di arte contemporanea da parte di gallerie emergenti e affermate. Ancora una volta, la fiera si è tenuta al fianco di Art Miami nella prestigiosa location sul lungomare di One Miami Herald Plaza a Biscayne Bay nel cuore di Downtown Miami.
L’anteprima del 2017 ha attirato 15.000 collezionisti, curatori, artisti, intenditori e designer, e ha ospitato oltre 80.500 partecipanti per sei giorni.

Konrad Klepheck - Reife, 1986

Pubblicato in Selfie ad Arte

Context Art Miami ha celebrato la sua settima edizione con 96 gallerie internazionali in rappresentanza di 21 paesi e 63 città. (Miami, Florida 4 – 9 dicembre 2018).
La fiera offre un’atmosfera aperta, creando un dialogo significativo tra artisti, gallerie e collezionisti, fornendo al contempo la piattaforma per la presentazione di arte contemporanea da parte di gallerie emergenti e affermate. Ancora una volta, la fiera si è tenuta al fianco di Art Miami nella prestigiosa location sul lungomare di One Miami Herald Plaza a Biscayne Bay nel cuore di Downtown Miami.
L’anteprima del 2017 ha attirato 15.000 collezionisti, curatori, artisti, intenditori e designer, e ha ospitato oltre 80.500 partecipanti per sei giorni.

Jacques Le Bescond - Cantabile (Galerie Frederic Got Paris)

Pubblicato in Selfie ad Arte

Context Art Miami ha celebrato la sua settima edizione con 96 gallerie internazionali in rappresentanza di 21 paesi e 63 città. (Miami, Florida 4 – 9 dicembre 2018).
La fiera offre un’atmosfera aperta, creando un dialogo significativo tra artisti, gallerie e collezionisti, fornendo al contempo la piattaforma per la presentazione di arte contemporanea da parte di gallerie emergenti e affermate. Ancora una volta, la fiera si è tenuta al fianco di Art Miami nella prestigiosa location sul lungomare di One Miami Herald Plaza a Biscayne Bay nel cuore di Downtown Miami.
L’anteprima del 2017 ha attirato 15.000 collezionisti, curatori, artisti, intenditori e designer, e ha ospitato oltre 80.500 partecipanti per sei giorni.

Carole Feuerman - Catalina, Red Suite (Markowicz Fine Art - Miami)

Pubblicato in Selfie ad Arte

Context Art Miami ha celebrato la sua settima edizione con 96 gallerie internazionali in rappresentanza di 21 paesi e 63 città. (Miami, Florida 4 – 9 dicembre 2018).
La fiera offre un’atmosfera aperta, creando un dialogo significativo tra artisti, gallerie e collezionisti, fornendo al contempo la piattaforma per la presentazione di arte contemporanea da parte di gallerie emergenti e affermate. Ancora una volta, la fiera si è tenuta al fianco di Art Miami nella prestigiosa location sul lungomare di One Miami Herald Plaza a Biscayne Bay nel cuore di Downtown Miami.
L’anteprima del 2017 ha attirato 15.000 collezionisti, curatori, artisti, intenditori e designer, e ha ospitato oltre 80.500 partecipanti per sei giorni.

Samuel Salcedo - Drain Pipe, 2018 (3 Punts Galeria - Barcelona)

Pubblicato in Selfie ad Arte

Pérez Art Museum Miami (PAMM) è il polo culturale progettato dal duo svizzero Herzog & de Meuron, un museo di arte contemporanea, situato nel Museum Park che si sviluppa lungo la Biscayne Bay a Miami. L'edificio è costruito nei minimi dettagli e in armonia con la location. La terrazza sulla baia, le enormi colonne che scendono dal tetto, completamente ricoperte da vegetazione, creano continuità tra lo spazio interno i giardini che lo circondano.
La collezione del museo è composta da 1.800 opere d’arte internazionali, prodotte dalla metà del XX secolo a oggi. Di queste opere, 110 furono donate da Jorge M. Pérez, collezionista privato che donò ulteriori 35 milioni di dollari per la costruzione della nuova sede.

Jauma Plensa - Looking into My Dreams, Awilda (2012)

Pubblicato in Selfie ad Arte

Pérez Art Museum Miami (PAMM) è il polo culturale progettato dal duo svizzero Herzog & de Meuron, un museo di arte contemporanea, situato nel Museum Park che si sviluppa lungo la Biscayne Bay a Miami. L'edificio è costruito nei minimi dettagli e in armonia con la location. La terrazza sulla baia, le enormi colonne che scendono dal tetto, completamente ricoperte da vegetazione, creano continuità tra lo spazio interno i giardini che lo circondano.
La collezione del museo è composta da 1.800 opere d’arte internazionali, prodotte dalla metà del XX secolo a oggi. Di queste opere, 110 furono donate da Jorge M. Pérez, collezionista privato che donò ulteriori 35 milioni di dollari per la costruzione della nuova sede.

Jesus Rafael Soto - Penetrable BBL Blue 2/8, 1999

Pubblicato in Selfie ad Arte